Col Moschin e Cima Grappa tra trincee, museo e sacrario.

Sabato 22 giugno 2024
Lunedì 24 giugno 2024 

Tipo attività: Escursione Turistica
Sezione di Ivrea
Responsabile: Elisa Benedetto, Fabrizio Dassano



Programma



Primo giorno:
Nel giugno del 1918 l'XI Armata del Generale Viktor Von Scheuchenstuel attaccò le difese italiane nel settore del Grappa, con l'obiettivo di sfondarle, dilagare nella Pianura Veneta e prendere alle spalle lo schieramento italiano. Il comandante della Brigata "Basilicata" decide la conquista del Col Moschin: gli Arditi del IX Reparto al comando del Col. Boccacci, ammassatisi sulla selletta del Col Moschin, partono all'assalto seguiti dal II Battaglione del Ten. Col. Moni e riescono a conquistare la cima del Moschin, infliggendo perdite gravissime agli austriaci, nonostante la strenua resistenza, e catturando tra i 250 e i 300 prigionieri (di cui 27 ufficiali), 17 mitragliatrici, un cannoncino da montagna.
Secondo giorno:
Monte Grappa, monte Sacro alla Patria non solo un titolo celebrativo, un blasone di cui “fregiarsi”. Visitare il Massiccio significa immergersi davvero in un luogo dove si avverte ancora l’eco del grido di migliaia di giovani soldati che qui persero la vita durante il primo conflitto mondiale.
Terzo giorno:
Visita all’isola dei morti sul Piave. In questo luogo così particolare, sulla sponda del fiume Piave oltre il Montello, gli ultimi giorni di ottobre del 1918, si sviluppò l'offensiva della Battaglia della Vittoria guidata dagli Arditi e che portò alla fine della Grande Guerra. Sacrificarono la vita migliaia di giovanissimi soldati, i diciannovenni Ragazzi del ‘99."

 
Questo sito utilizza i cookies: per continuare a navigare sul sito è necessario accettarne l'utilizzo. Per ulteriori info leggi qui.
This site uses cookies: to keep on browsing you must accept them. For more info click here (italian only).