Monte Amiata (Gita sezioni di Verona e Roma)

Venerdì 22 aprile 2022
Lunedì 25 aprile 2022  (evento passato)

Tipo attività: Escursione Semplice
Sezione di Verona
Responsabile: C.Campagnola, A.Migliano



Programma




TRA LE DOLCI COLLINE TOSCANE, IL VULCANO AMIATA E I BORGHI DELLA VAL D’ORCIA

La Sezione di Roma assieme a quella di Verona propone un lungo week-end alla scoperta delle colline Toscane, del Monte Amiata e della Val D’Orcia, con delle facili escursioni e visite culturali. Di seguito il programma:

Venerdì 22 Aprile (opzionale):
Partenza per Abbadia San Salvatore antico borgo medioevale. Arrivo previsto dalle ore 13,00 presso l’albergo Hotel Adriana che ci ospiterà per l’intera permanenza, con soluzione mezza pensione in doppia o in singola. Verso le ore 16,00 prevista prima escursione verso Vivo d’Orcia dove effettueremo l’anello delle sorgenti dell’Ermicillo. L’escursione è semplice e sarà solo un primo assaggio che ci consentirà di rasserenarci negli spazi dolci e incontaminati della zona dell’Amiata, percorrendo stradine bianche, attraversando boschi e castagneti.  Ritorno in albergo e cena.
Se abbiamo ulteriore tempo libero, prima della cena potrà essere effettuata una visita al centro storico di Abbadia San Salvatore. La città fu fondata nel 743 dai Longobardi ed è presente una delle più importanti abbazie benedettine toscane costruite nel 1200.
Sviluppo dell’escursione: 4.5 Km circa 2 ore e 30, assenza di dislivello.

Sabato 23 Aprile:
Nella prima parte della giornata effettueremo la salita al Monte Amiata. Percorreremo il sentiero dalla località Prato alle Macine per raggiungere la vetta in meno di 3 ore. L’Amiata è uno dei vulcani spenti del centro Italia, che conserva oggi ancora il classico profilo conico; dalla sua vetta, se il tempo ce lo consentirà potemmo ammirare i panorami della Maremma e del lago di Bolsena; raggiunta la cima potremo contemplare la Madonna degli Scouts, imponente statua è stata realizzata nel 1961 per volere dell'Associazione Scouts Cattolici Italiani-
Dislivello e tempi di percorrenza: 330m; tempo in salita1,30 ora in discesa 1 ora.
Nel pomeriggio potremmo effettuare una breve escursione in loco.

Domenica 24 Aprile:
Prevediamo di intraprendere il percorso che dal Borgo di San Quirico d’Orcia , dove  nel medioevo passavano i pellegrini lungo la Francigena. Il percorso ci porterà a Pienza dove avremo del tempo sufficiente per visitare la città definita da PIO II Città Ideale”. Pienza infatti è stata dichiarata dal 1996 dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità. L’itinerario, lungo strade bianche, ci regalerà panorami spettacolari sulla Val d’Orcia e sul cono verde dell’Amiata. Lungo il percorso incontreremo la Pieve di Vitaleta una chiesetta sconsacrata circondata da cipressi. Rientro in albergo per la cena e meritato relax
Dislivello e sviluppo:Il percorso è lungo circa 19 km con un dislivello di 440 m con un tempo di circa 6 ore..
Opzione  soft: In alternativa si può effettuare un tratto della Via Francigena, che ci porterà a Radicofani   per raggiungere la bella e suggestiva  Rocca,
Dislivello  e sviluppo  8 km, e dislivello di  330 m,

Lunedì 25 Aprile:
Per questo giorno pensiamo di proporre due opzioni di programmi legati alle condizioni metereologiche. Il primo, in caso di maltempo, è quello di visitare l’interessante Museo delle Miniere dell’Amiata e delle gallerie minerarie.  Il secondo, invece, se il meteo sarà dalla nostra parte, prevede l’escursione alle terme di San Filippo. Bagni San Filippo è una piccola località termale ai piedi dell’Amiata sul versante orientale nella Val d’Orcia. Scenderemo a piedi nel punto dove vi sono le sorgenti solfuree e la formazione rocciosa detta ”Balena Bianca” con piscine naturali dove potremo fare il bagno. A questo punto si concluderà il nostro lungo week-end e ciascuno potrà far rientro alla propria abitazione.

 Spesa per alloggio:150 euro per le 3 notti in mezza pensione bevande escluse + 10 euro per supplemento stanza singola. Esiste la possibilità per le famiglie di alloggiare in tripla o in quadrupla.
Pranzi al sacco.
Equipaggiamento: normale dotazione per escursionismo (scarpe da trekking, bastoncini, giacca a vento per la pioggia), asciugamano e costume per le terme.
Sono esclusi i costi delle eventuali visite a musei.
Obbligatorio avere il GREEN PASS rafforzato (in conformità all’attuale normativa)

Fondamentale per l’adesione versare un acconto di 50 euro all’albergo che ci ospiterà, ovvero all’Hotel Adriana ad Abbadia San Salvatore al seguente IBAN : IT84S0103071750000000911813 CAUSALE Acconto gruppo Giovane Montagna 22-25-04 entro e non oltre il 20-02 .

Per adesioni o informazioni rivolgersi a
Cesare Campagnola   cesare.gipsy@gmail.com, cell 3480102597


In caso di peggioramento della crisi pandemica i Capi Gita si riservano di ridurre, rinunciare alle escursioni.
 

 
Questo sito utilizza i cookies: per continuare a navigare sul sito è necessario accettarne l'utilizzo. Per ulteriori info leggi qui.
This site uses cookies: to keep on browsing you must accept them. For more info click here (italian only).