Sezione di Venezia



Ciaspolata notturna al Rifugio Sennes 2126 m. situato nel Parco Naturale Fanes-Senes-Braies.
dal 23/3/2019 al 24/3/2019



DOLOMITI - Escursione con le ciaspole al rifugio Sennes, da Podestagno (Cortina d'Ampezzo) con gita al chiaro di luna

23-24 marzo 2019

Conduttore gita Alvise Feiffer

Sabato 23 marzo 2019

Ore 07 partenza Piazzale Roma con macchina propria per raggiungere Cortina. Da qui vedi percorso sottostante. Il ritrovo per la partenza assieme è fissato per le ore 11.00.

Raggiunto il rifugio Sennes nel primo pomeriggio si prende posto, si riposa. La cena è fissata per le ore 18.00. Alle 19 con Guida si fa il percorso notturno sotto il chiaro di luna.

 

PERCORSO - Da Cortina d'Ampezzo con l'automobile si percorre la statale SS 51 in direzione di Fiammes. Raggiunta la frazione di Podestagno, in prossimità di uno stretto tornante si parcheggia, in località Sant'Uberto 1.421 m. Calzate le ciaspole, inizia l'escursione su strada battuta, in leggera salita, (sentiero CAI N° 6). Si attraversa uno stupendo bosco ai piedi dell'altura di Son Pouses, un anonimo colle che ha avuto il suo piccolo momento di celebrità, all'inizio della Prima Guerra Mondiale (7-8 giugno 1915) quando è stata il primo obiettivo delle truppe italiane, impegnate nello sfondamento della prima linea austriaca, in direzione della Val Pusteria. L'itinerario si svolge per circa 3,5 km fino al rifugio Ra Stua 1.690 m. Si continua sulla traccia principale che attraversa le bianche praterie del Vallon Scuro e del Campo de Crosc. La vista delle rosse pareti delle Crepe di Socrada indica l'inizio della lunga Val Salata (circa 5,5 km), dove si trova anche la sorgente del torrente Boite. La prima parte della valle è stretta, alte pareti incombono sulla pista battuta, è questo il tratto più delicato, dove si possono avere dei piccoli fenomeni valanghivi, che talvolta arrivano fino alla strada. Per procedere in sicurezza (in caso di marcato pericolo valanghe) è consigliabile telefonare preventivamente ai rifugi per avere informazioni. Percorso il primo lungo rettilineo in discreta pendenza, si continua con alcuni tornanti meno ripidi fino a raggiungere l'orlo dell'altopiano, caratterizzato da una vasta mughetta. Lentamente la vista inizia a spaziare sulle maestose cime dolomitiche della Croda Rossa d'Ampezzo e del Cristallo. In un ambiente molto affascinante, circondati da immacolati pendii, la strada conduce infine al piccolo villaggio di baite, dove si pone il rifugio Sennes 2.116 m.

Tempo di salita.Ore 3-3.30

Tempo di discesa Ore 2.30-3

Dislivello di salita700 m

Dislivello di discesa700 m

Difficoltà Facile

ATTREZZATURA TECNICA - La classica dotazione per escursioni invernali: ciaspe, bastoncini, ghette. Consigliati i ramponcini.

 

Il percorso notturno sotto il chiar di luna.

Con Max Willeit Guida Alpina-Berführer-Mountain guide

Partenza dal rifugio sennes alle 19.00

Si va in salita verso la malga munt  de Sennes, prima della malga si va in direzione col di Lasta, da dove passando per un paesaggio collinare vengono alla luce le bellissime montagne del puez: putia,forchetta, piz duleda....

Andando avanti poi vengono fuori anche le cime del Fanes, cima Nove, Piz Lavarella, monte Castello con dietro le Tofane,

Arrivati Col de Lasta (m 2297)si può godere di un una bellisimo panorama, la Croda del Becco, Croda Rossa, Cristallo, Sorapiss e tante altre ancora,

In tutto la gita con qualche spiegazione e racconto durera 2,5 ore con un dislivello di 200 m

 Domenica 24 marzo 2019

Ritornolocalità Sant'Uberto(dove abbiamo lasciato le macchine) attraverso il rifugio Fodara.